L’Amnesia dissociativa di Gabriele Filipponi e del PD Giuliese

Stefano Alessiani Coordinatore Provinciale Articolo 1
E' Stefano Alessiani, coordinatore provinciale Articolo 1, ha scrivere lamentando quanto accade in seno al PD giuliese.

Singolare la conferenza stampa del Partito Democratico di Giulianova, che nascondendo una mano punta il dito contro Articolo 1 ed in particolare sul Sindaco di Giulianova F. Mastromauro per aver causato il commissariamento del Comune, a loro dire, col fine “segreto” di candidarsi alle prossime elezioni regionali.
Il PD Giuliese nasconde una mano, perché dimentica di dire che giusto lo scorso marzo ha cercato di far cadere la giunta sul bilancio, minacciando e annunciando dapprima di non votarlo e tentando poi di far cadere l’amministrazione richiamando i consiglieri comunali del PD il giorno del voto, i quali, dopo una burrascosa discussione, si spaccheranno, lasciando in solitudine il Bruto‐Filipponi, tra l’incredulità dei presenti e l’evidente imbarazzo del PD.
Nonostante questo, il PD a guida Filipponi non ha mancato di mandare sotto la maggioranza ad ogni occasione, compreso l’ultimo consiglio comunale, rendendo di fatto impossibile la gestione amministrativa ordinaria e sancendo la rottura di una alleanza politica.
Legittima la richiesta di candidare una rappresentante del PD giuliese alle prossime elezioni regionali, ma risulta quantomeno grottesco che la suddetta candidatura sia proposta affinché impedisca all’ex Sindaco di conquistare uno scranno in Regione, insomma una ripicca che costerà cara alla Città di Giulianova e del quale i cittadini sapranno tener giustamente conto.
A Francesco Mastromauro è stata chiesta una disponibilità alla candidatura da una comunità regionale, organizzata e strutturata in partito, quale Articolo 1 è, affinché si creasse l’opportunità di mettano in campo le migliori risorse per costruire una lista forte in un campo progressista largo di governo ed alternativo alle destre.
Bisogna sottolineare che di certo si terrà conto degli atteggiamenti puerili ed irresponsabili del PD giuliese nella costruzione delle future alleanze, dalle comunali alle regionali, passando per le imminenti elezioni provinciali, perché la solidità di un Partito passa anche attraverso la coerenza di pensiero di tutti i suoi livelli e non dalle geometrie variabili delle correnti del PD.

Categoria: